I pericoli dello stile di vita sedentario e i consigli per combatterlo

vita sedentaria i pericoli per schiena e cervello
Il lavoro ti costringe a stare in posizione seduta per tante ore al giorno; trascorri molto tempo in auto; la sera ti rilassi sulla poltrona davanti alla TV; non fai alcun tipo di attività fisica. Insomma, si può affermare che il tuo è uno stile di vita sedentario. Questo fattore è alla base di molti dei problemi che affliggono i pazienti della nostra clinica chiropratica.

Ecco perché abbiamo deciso di scrivere questo articolo: vogliamo metterti in guardia dai pericoli della sedentarietà anche perché sappiamo che gli italiani, con il 60% di persone che dichiara di non fare mai movimento (fonte: Eurobarometro), sono tra i più sedentari d’Europa.

In particolare, vogliamo porre l’accento sugli effetti negativi dello stile di vita sedentario per la colonna vertebrale e per il cervello. Bada bene, il nostro intento è sempre costruttivo: non vogliamo spaventarti ma farti prendere coscienza dei tanti buoni motivi che hai per fare più movimento e stare meno seduto.

Sedentarietà e colonna vertebrale

Ti sembrerà strano ma la tua colonna vertebrale non gradisce affatto la posizione seduta. Innanzitutto perché da seduti la pressione sui dischi intervertebrali aumenta, e non di poco: del 40%! Aggiungiamo poi il fatto che in molti casi si assume una postura scorretta, un problema tipico di chi fa lavori d’ufficio. Cervicalgie, lombalgie, discopatie nascono spesso da problemi posturali che causano stress strutturale e quindi sublussazioni vertebrali.

Ci rendiamo conto che molto spesso la sedentarietà è “forzata” dalle circostanze, ma ci sono piccole e semplici cose che possiamo fare per contrastare i suoi effetti:

  • programmare delle pause per alzarsi, sgranchirsi le gambe e fare esercizi di stretching (chiedi al tuo chiropratico quali esercizi sono più indicati per te);
  • prendere l’abitudine di controllare la postura mentre si sta seduti (guarda la nostra infografica con i consigli utili per la postura);
  • trovare il tempo per fare movimento, e non parliamo necessariamente di sport, ma anche di passeggiate (almeno 30 minuti al giorno). Guarda quanti benefici ti dà.

i benefici del passeggiare

Camminare fa bene a tutto il corpo, insomma, e la colonna vertebrale ne trae più di un vantaggio. Attenzione, però, questa abitudine deve essere unita perlomeno ad altri due elementi: alimentazione sana e corretta idratazione.

L’effetto della sedentarietà sul cervello

Non è solo l’apparato muscolo-scheletrico a risentire della sedentarietà. Sappiamo, per esempio, che questa è collegata a un maggior rischio di contrarre malattie cardiovascolari. Di recente, poi, dei ricercatori del Semel Institute dell’UCLA (Università della California, Los Angeles) e del suo Centro per le neuroscienze cognitive hanno studiato gli effetti della sedentarietà sul cervello e hanno scoperto che anche quest’organo può esserne colpito negativamente.

Lo studio, pubblicato ad aprile 2018 sulla rivista “Plos One”, ha valutato 35 persone tra i 45 e i 75 anni e ha visto che chi conduceva una vita sedentaria riportava un maggiore assottigliamento del lobo temporale mediale, l’area del cervello coinvolta nella formazione della memoria. Questo assottigliamento può essere un precursore del declino cognitivo e della demenza.

Nell’introduzione dello studio, infatti, si legge che circa il 13% dei casi di Alzheimer può essere dovuto all’inattività, e che ridurre il comportamento sedentario del 25% potrebbe prevenire più di un milione di casi di Alzheimer a livello globale.

Uno dei dati più interessanti che si sono venuti fuori da questa ricerca è che non basta fare attività fisica, ma bisogna ridurre il più possibile il tempo che passiamo seduti.

Allora anche qui vogliamo darti qualche input:

  • evita di prendere l’automobile per commissioni che si possono fare andando a piedi;
  • quando devi spostarti da una parte all’altra della città con i mezzi di trasporto, valuta se è possibile arrivare a destinazione o fare almeno parte del tragitto a piedi;
  • quando organizzi uscite con gli amici, proponi loro di fare una passeggiata anziché starvene per tutto il tempo seduti in un locale;
  • quando sei a casa e non hai nulla da fare, esci anziché startene sul divano a guardare la TV.

Sappiamo che stiamo parlando di cambiare degli schemi mentali che segui da sempre, ma per vivere a lungo e bene è necessario prenderci cura del nostro corpo e della nostra mente. D’altronde, è tutta una questione di abitudine: all’inizio magari farai un po’ di fatica ma con il passare del tempo tutte queste cose non ti peseranno più.

Condividi questo articolo anche con i tuoi amici: è importante che tutti sappiano quanto è dannosa la sedentarietà per la salute.

Speak Your Mind

*