Sciatica. Perché scegliere la chiropratica come prima opzione di trattamento

Soffri di sciatica e hai deciso di risolvere il problema all’origine? Ottima scelta: inutile andare avanti a colpi di farmaci, che, come sappiamo, agiscono solo sui sintomi e non sulle cause della sciatalgia.

Ora, vorrai giustamente vagliare le diverse soluzioni a tua disposizione per dire addio una volte per tutte al problema. Anche questa è un’ottima scelta. Sì, perché molte persone si rivolgono direttamente alla chirurgia, ignorando l’esistenza di altre vie meno invasive e ugualmente efficaci per dire addio alla sciatica. Parliamo della chiropratica.

Qui alla clinica Sanrocco abbiamo trattato e curato moltissimi pazienti con sciatalgia. Questa, insieme alla lombalgia, costituisce uno dei problemi con cui abbiamo più spesso a che fare.

La conferma dell’efficacia della chiropratica in caso di sciatica arriva da uno studio del 2010, pubblicato sul “Journal of Manipulative and Physiological Therapeutics”: “Manipulation or microdiskectomy for sciatica? A prospective randomized clinical study” (Manipolazione o microdiscectomia per la sciatica? Uno studio prospettico randomizzato).

Vediamo assieme di cosa parla questo studio e a quali conclusioni sono giunti i ricercatori. Va detto che il campione preso in esame è costituito da 40 pazienti, quindi, per ovvie ragioni, lo studio non può restituire un quadro rappresentativo del 100% dei casi.

Manipolazione vertebrale o microdiscectomia?

sciatica chiropratica o chirurgia

L’obiettivo dello studio era quello di mettere a confronto la manipolazione vertebrale e la microdiscectomia (la più comune tecnica chirurgica contro la sciatalgia causata da ernia discale), in pazienti con sciatica secondaria dovuta a ernia del disco lombare.

Sono stati selezionati 40 pazienti che presentavano i sintomi relativi a questa patologia e che per almeno 3 mesi avevano provato altre tipologie di trattamento (come l’uso di analgesici, la fisioterapia, l’agopuntura, la massoterapia) o, più semplicemente, avevano apportato modifiche nel loro stile di vita, senza ottenere risultati.

20 di questi pazienti si sono sottoposti all’intervento chirurgico di microdiscectomia, mentre gli altri 20 sono stati trattati con aggiustamenti chiropratici.

Bene, in entrambi i gruppi sono state osservate significative percentuali di miglioramento:

  • intervento chirurgico: 85% di casi di successo;
  • trattamento chiropratico: 60% di casi di successo.

I pazienti che non hanno visto miglioramenti con la chiropratica, si sono successivamente sottoposti all’intervento chirurgico, ottenendo il risultato sperato. Quindi, il fatto di aver optato per la chirurgia solo dopo aver provato la chiropratica non ha avuto conseguenze negative sull’esito dell’intervento.

Quali conclusioni si possono trarre?

La chiropratica come prima scelta nel trattamento della sciatica

Il punto su cui vogliamo invitarti a riflettere è che prima di entrare in sala operatoria, con tutti i rischi che questa scelta comporta, puoi optare per un trattamento non invasivo.

In questo studio, infatti, per oltre la metà dei pazienti che vi si sono sottoposti, il trattamento chiropratico si è dimostrato valido quanto la chirurgia.

Sulla base di questi risultati, gli studiosi hanno concluso che i pazienti affetti da sciatica causata da ernia del disco lombare dovrebbero pensare agli aggiustamenti chiropratici come prima scelta di trattamento.

Qui alla clinica Sanrocco abbiamo circa 3.000-3.500 nuovi pazienti e più del 50% di loro si sono rivolti a noi per trattare ernie discali lombari. Uno studio interno stima che la nostra percentuale di successo nella risoluzione totale di ernia discale documentata sia più del 90%. Alcuni dei nostri colleghi hanno avuto più di 15.000 casi di ernie discali risolte nella loro carriera. Vuoi saperne di più sulla chiropratica come trattamento contro la sciatica e l’ernia discale lombare? Contattaci. Saremo felici di rispondere alle tue domande.

Comments

  1. Salve sono un ragazzo disabile di 30 anni,causa incidente stradale,circa 3 anni fa mi è stata cambiata postura al cuscino in modo da tenere il tronco più dritto,dove il sedere appoggiava di più sul lato destro che sul sinistro di un 15/20% in più,e ciò a distanza di un’anno e mezzo mi ha provocato un immenso dolore,tra la bassa schiena la natica e non capisco per quale ragione anche il ginocchio (sempre destro),si parlava di discopatia dopo una risonanza magnetica… Il medico di base dopo una visita ha detto che si trattava di sciatica, ora il problema è che questo dolore come conseguenza mi provoca forti crampi a tutta la gamba e poi a coinvolgere anche l’altra e tutto il corpo a simili contrazioni molto dolorose, ho provato tante altre strade ma nulla da fare,può aiutarmi??grazie ant. te buona giornata

    • Salve Umberto,
      per poterla aiutare abbiamo bisogno di una visita in clinica. Quello che possiamo dirle è che abbiamo avuto molti pazienti con disabilità di varia natura che hanno tratto beneficio dai trattamenti chiropratici.

      Se vuole, siamo ovviamente disponibili ad approfondire via telefono (senza impegno). Qui di seguito i nostri recapiti:
      031574444 (studio di Como)
      0522511211 (studio di Reggio Emilia)

      Un caro saluto
      Il team Sanrocco

  2. Fabio De Pedrini says:

    Buongiorno sono stato operato alla fine di luglio per una grossa ernia a livello L4-L5 da un bravissimo chirurgo.Prima dell’operazione avevo provato di tutto,farmaci, 3 iniezioni peridurali di cortisone in ospedale,osteopata ma non riuscivo praticamente più a camminare e allora con il neurochirurgo abbiamo deciso per l’operazione. Il problema è che dopo un mese ho ricominciato a sentire dolore e questo è aumentato con il passare del tempo rendendo nuovamente complicato fare le cose di tutti i giorni. Ho effettuato a fine ottobre risonanza per vedere se si era formata una recidiva dell’ernia operata ma non c’è,tuttavia mi hanno detto che ho il nervo ancora infiammato e di.prendere.farmaci e fare tanto stretching. A fine novembre ho deciso di andare da un medico chirurgo/chiropratico di Genova,di cui mi hanno parlato molto.bene.Lui mi ha detto che l’ernia non c’è ma due dischi danno fastidio e toccano un po’ il nervo sciatico.Mi sta manipolando e mi ha detto di non fare per il momento nessun tipo di stretching.Secondo lui ha la colonna vertebrale un po’ storta,non in asse e quindi dobbiamo raddrizzarla per far sparire il dolore. E’ corretto andare dal chiropratico in questi casi?Grazie

    • Sanrocco says:

      Salve Fabio,
      quello che possiamo dirle è che nella nostra clinica chiropratica abbiamo spesso a che fare con casi simili, ovvero persone che hanno subito un’operazione per ernia del disco ma continuano ad avere sintomi. Di solito rispondono benissimo ai trattamenti.

      Le facciamo i nostri auguri per una pronta guarigione.

      Un caro saluto,
      Il team Sanrocco

Speak Your Mind

*