Quiz: quanto ne sai sul mal di schiena?

5 domande sul mal di schiena
Quando il mal di schiena ti attanaglia hai ben poca voglia di giocare. Però il quiz che ti proponiamo, più che un gioco, è un momento formativo. Potresti imparare nozioni che forse ancora non conosci su questo disturbo – che spesso si presenta sotto forma di lombalgia o sciatalgia; oppure, quando siamo messi proprio maluccio, con il temutissimo colpo della strega – e, in generale, sulla salute della della colonna vertebrale.

Iniziamo! Qui di seguito leggi 5 affermazioni; ti chiediamo di confermarle o smentirle. A seguire, trovi tutte le risposte e le spiegazioni.

5 domande su mal di schiena e colonna vertebrale

1. Quando stiamo in piedi la schiena subisce uno stress maggiore rispetto a quando siamo seduti. Vero o falso?

2. Quando si ha mal di schiena bisogna stare a letto a riposo completo. Vero o falso?

3. Un’ernia del disco potrebbe essere causata da un problema lontano dalla schiena. Vero o falso?

4. I trattamenti chiropratici sono adatti anche a combattere la lombalgia nelle donne incinte. Vero o falso?

5. Il colpo della strega è una difesa da parte del nostro corpo per non creare problemi maggiori. Vero o falso?

Risposta alla domanda 1

Falso. Da seduti la pressione sulla schiena aumenta, e neanche di poco: del 40%. Lo stress peggiora se assumiamo posture sbagliate, come quando sprofondiamo sulla poltrona o sul divano senza dare un giusto sostegno lombare con un cuscino; o quando siamo seduti in auto e non regoliamo il sedile in modo corretto.

Per saperne di più sulle posture corrette da seduti (e non solo), leggi anche: Postura: consigli utili per correggerla

Risposta alla domanda 2

Falso. La nostra esperienza ci ha insegnato che il riposo assoluto può allungare i tempi di ripresa. Quindi bisogna continuare a svolgere normalmente le nostre attività quotidiane? Non proprio. Bisogna attivare la “modalità riposo attivo”: evitiamo di stare a letto per tutto il tempo ma evitiamo anche gli sforzi. Per esempio potremmo fare delle brevi passeggiate, finché il nostro corpo non ci chiede di riposare. La cosa più importante è proprio questa: mettersi in ascolto del proprio corpo.

Anche prima che arrivi il mal di schiena, il corpo dà segnali che, però, vengono puntualmente ignorati. Se invece imparassimo a dialogare col nostro organismo, riusciremmo a prevenire questi disturbi che influiscono in modo negativo anche sulla qualità della vita. Per questo consigliamo sempre ai nostri pazienti dei controlli periodici dal chiropratico, in modo da fare prevenzione.

Risposta alla domanda 3

Vero. L’ernia del disco spesso è solo l’ultimo anello di una catena di scompensi che non ha origine nella schiena. Un esempio tipico è questo: subisci un trauma alla caviglia, anche una “banale” distorsione. Vai a trattare gli effetti del trauma sulla caviglia ma non ti preoccupi di tutto ciò che quel trauma può aver causato a livello strutturale sul tuo scheletro. Per esempio uno squilibrio del bacino che ci porta a modificare la postura mettendo sotto stress i dischi intervertebrali. Come ultimo step di questo processo, avremo una degenerazione discale, come una protrusione o un’ernia del disco.

Ecco spiegato perché trattare i sintomi dolorosi di una discopatia (con i farmaci o con la chirurgia) ha poco senso se prima non capiamo da cosa è stata causata e non risolviamo il problema all’origine. Questo è l’approccio della chiropratica.

Qui alla clinica Sanrocco abbiamo aiutato molte persone con ernia del disco a evitare l’intervento chirurgico. Leggi anche: Sciatica. Perché scegliere la chiropratica come prima opzione di trattamento

Risposta alla domanda 4

Vero. Contro i dolori lombari conseguenti alla gravidanza si può far ricorso ai trattamenti chiropratici. Questo perché personalizziamo i nostri trattamenti in base alle condizioni specifiche delle persone che abbiamo di fronte. Oltre che sicura ed efficace contro il mal di schiena, la chiropratica porta tanti benefici alle donne in gravidanza. Per esempio, aiuta a mantenere attivo il pavimento pelvico, cosa che si rivela fondamentale per un parto più sereno.

Leggi di più sui benefici della chiropratica per le donne in dolce attesa: Chiropratica durante la gravidanza. Ecco perché fa bene

Risposta alla domanda 5

Vero. Il blocco lombare acuto, più noto come colpo della strega, è una vera e propria strategia di difesa messa in atto dal nostro corpo per preservare la colonna vertebrale da danni ai dischi. È un po’ come se il nostro corpo ci inviasse un messaggio del tipo: “È arrivato il momento di fermarsi e di capire cosa c’è che non va”. Purtroppo, però, nella maggior parte dei casi, una volta passata la fase acuta ed eliminato il dolore, si continua ad andare avanti come se nulla fosse successo. Finché, un “bel” giorno, il colpo della strega si ripresenta.

Siamo giunti alla fine del nostro quiz. Prima di chiudere questa pagina, però, porta con te questo messaggio (e diffondilo): ascolta il tuo corpo e non prendere sotto gamba i segnali che ti lancia. E ricorda che la chiropratica, in modo del tutto naturale, ti aiuta a capire cosa significano questi segnali, e non solo per far passare il dolore, ma per risolvere il problema all’origine. Così non solo ti liberi davvero del mal di schiena, ma torni a vivere al massimo della tua forma.

Se vuoi saperne di più sul mal di schiena, ti invitiamo a leggere un articolo del Dottor Piet Seru, chiropratico della clinica Sanrocco, che parla di falsi miti e mezze verità sul mal di schiena.

Speak Your Mind

*