Bambini e adolescenti: consigli chiropratici per il rientro dalle vacanze

consigli per rientro a scuola
Mancano pochi giorni alla riapertura delle scuole e molti genitori hanno già cominciato a prepararsi per il ritorno alla vita di tutti i giorni: c’è chi sta stilando la lista dei materiali scolastici da comprare; chi ha già assaltato le librerie per prendere i testi segnalati dai docenti; c’è chi sta scegliendo assieme ai bambini attività e corsi extrascolastici con cui tenersi impegnati per due o tre pomeriggi a settimana fino a giugno. “Normale amministrazione” nelle famiglie con figli.

Ma questo è il momento giusto per fermarsi a fare alcune considerazioni che riguardano proprio la quotidianità dei bambini e degli adolescenti e, in particolare, la loro salute. Ecco perché scriviamo questo articolo in cui troverai consigli per il rientro a scuola dedicati al benessere dei giovanissimi. Parleremo anche di sport.

Il rientro a scuola: a cosa fare attenzione

Qui nella nostra clinica, vediamo sempre più bambini e teen-ager che lamentano dolori come mal di testa, mal di collo e mal di schiena. Addirittura c’è chi soffre di sciatica! Come liberare i piccoli da questi disturbi? Prima di tutto, dobbiamo educarci ed educarli ad alcune buone pratiche che riguardano proprio la scuola.

Quante volte i bambini chiedono ai genitori lo zaino del proprio beniamino oppure un modello che va di moda? Va bene accontentarli, ma valutiamo anche le caratteristiche di questi zaini. Pensa che in uno studio pubblicato sulla rivista Spine nel 2003, si è visto come di 1.122 ragazzi tra i 12 e i 16 anni (quindi scolari abituati a portare lo zaino), il 74,4% soffrisse di mal di schiena, sintomo accompagnato peraltro da uno stato di salute generale mediocre e da una funzionalità fisica limitata. Un dato che non si può certo ignorare! Abbiamo quindi preparato 3 domande da porti sullo zaino.

Quali sono le caratteristiche tecniche dello zaino?

Cinghie regolabili e imbottite, cuscinetto lombare, cinta all’altezza dei fianchi da allacciare sul davanti sono le caratteristiche di base a cui fare attenzione affinché lo zaino non gravi sulla colonna vertebrale.

Lo zaino aiuta a mantenere una buona postura?

Non c’è niente di peggio per la schiena e il collo di un bambino che camminare sbilanciato in avanti o indietro, andando quindi a modificare le curve naturali della colonna. Per questo è importante che lo zaino abbia una struttura ben fatta, così come è fondamentale controllarne il peso.

In uno studio sulla correlazione tra zaino e dolori muscoloscheletrici condotto nelle isole maltesi su 3.852 studenti tra gli 8 e i 13 anni, si è visto che il 71% dei partecipanti indossava uno zaino con peso superiore al 10% del peso corporeo (questo è il limite di riferimento comunemente accettato).

Insegna ai tuoi figli a preparare lo zaino solo con il minimo indispensabile, senza aggiungere oggetti inutili per la giornata. Per invogliarli, potresti trasformare questa attività in un gioco a punti: ogni sera, prima di andare a letto, prepareranno il loro zaino, lo sottoporranno alla tua attenzione e tu lo peserai; ogni volta che eseguiranno bene il compito, darai loro un punto e, alla fine della settimana, in base al punteggio, riceveranno un piccolo premio.

Come deve essere indossato lo zaino?

Anche qui, bisogna fare un po’ di “scuola” ai figli, che devono evitare di indossare una sola cinghia o di tenere lo zaino troppo basso.

Leggi anche: Lo zaino fa male? Informazioni utili per sceglierlo e indossarlo bene

Se lo zaino è un fattore rilevante, lo è altrettanto la postura da seduti che i tuoi figli assumono, dal momento che a scuola stanno in questa posizione per molte ore al giorno. Osservali quindi mentre sono a casa e cerca di capire quali sono gli atteggiamenti ricorrenti: se tendono a stare ingobbiti, a tenere le gambe in posizioni non corrette, a scrivere o leggere tenendo testa e collo inclinati, ecc…

Sappiamo che non è semplice riuscire a far stare i bambini composti (d’altronde anche gli adulti hanno difficoltà a mantenere la corretta postura), ma anche qui puoi aiutarti con qualche trovata ludica. Ci vuole pazienza, ma è davvero importante educare i più piccoli alla corretta postura, proprio perché sono in fase di crescita e ciò che fanno oggi si ripercuoterà sul loro benessere futuro.

Altra cosa importante, quando fanno i compiti a casa, è fargli fare una pausa all’ora. Se da grandi faranno un lavoro di tipo sedentario e conserveranno questa buona abitudine, la loro schiena risentirà molto meno degli effetti negativi della sedentarietà. A proposito di lotta allo stile di vita sedentario, affrontiamo adesso un argomento strettamente correlato: lo sport.

Sport e bambini-adolescenti: va bene, ma…

Qui nella clinica chiropratica Sanrocco abbiamo notato che tra i principali fattori predisponenti dei disturbi di natura muscoloscheletrica che affliggono bambini e ragazzi in età scolare c’è la sedentarietà. Tuttavia ci sono anche molti genitori che, conoscendo l’importanza dello sport per lo sviluppo, spingono i figli a fare attività fisica.

Benissimo! Anche qui, però, bisogna fare delle considerazioni: lo scheletro di un bambino o di un adolescente, infatti, è uno scheletro che presenta dei punti deboli dovuti proprio a processi fisiologici relativi alla crescita. In questa fase della vita, dunque, arti e articolazioni possono subire danni se sottoposti a stress cronico. Senza contare i traumi, comuni soprattutto negli sport da contatto o quelli che prevedono il salto.

Non stiamo certo dicendo che lo sport non sia adatto ai bambini, ma bisogna fare prevenzione affinché l’attività non vada a influire negativamente sulla loro salute. Un modo naturale ed efficace per farlo è costituito da controlli periodici dal chiropratico. Nella nostra clinica effettuiamo su bambini e adolescenti accurate visite per valutare lo stato di salute generale, analizzando la postura, gli arti, il bacino, e curando anche l’aspetto nutrizionale, naturalmente importantissimo.

Leggi anche: Bambini e chiropratica: funziona anche per loro?

E allora il nostro invito è questo: prima di chiudere la lista delle cose da fare in vista del ritorno tra i banchi, e prima di ricominciare con l’attività fisica, prenota un check-up dal tuo chiropratico di fiducia. Noi ti aspettiamo nei nostri centri di Como e Reggio Emilia.

Speak Your Mind

*